Raid remiero Venezia – Trieste 1994

RAID REMIERO VENEZIA TRIESTE 1994

Per riepilogare il freddo calcolo dei numeri, possiamo dire che il tempo trascorso in barca è di complessive ore 66; men­tre il tempo effettivo di voga, è di ore 39:40.

CHILOMETRAGGIO

Venezia (S.Giobbe) – Tre Porti (Casabianca) Km 11,00

Tre Porti – Cavallino ““ 12,80

Cavallino – Jesolo ““ 8,80

Jesolo – Cortellazzo ““ 6,10

Cortellazzo – Conca di Revedoli ““ 1,50

Conca di Revedoli – Caorle ““ 12,50

Caorle – Casona ““ 5,00

Casona – S. Gaetano ““ 2,50

S. Gaetano – Cas. Di Lont ““ 7,10

Cas. Di Lont – Conca destra Tagliamento ““ 8,30

Conca destra Tagliamento – Conca sinistra ““ 1,30

Conca sinistra – Lignano ““ 8,20

Lignano – Cas. Di Canal Muro ““ 11,40

Cas. Di Canal Muro – Grado ““ 13,70

Grado – Punta Sdobba ““ 23,10

Punta Sdobba – Duino ““ 6,00

Duino – Trieste ““ 20,00

Pertanto la distanza tra Venezia (Punta S. Giobbe) e la Città di Trieste (Piazza Libertà) è di complessivi chilometri 159,300.

Nella prossima pagina, sarà analizzato il percorso giorno per giorno con tempi generali e con quelli effettivi di voga.

Giovedì 2 Giugno 1994

Partenza da Punta S. Giobbe alle ore 06.20 passaggio a S. Erasmo (Baracca) alle ore 07.10 ed arrivo a Tre Porti (Casa­bianca) alle ore 07.50. Viene effettuata la prima sosta per 15 minuti e si riparte alle ore 08.05 in direzione del Caval­lino con arrivo alle ore 09.15. Dopo aver fatto colazione si riparte alle 09.40 verso Jesolo paese dove transitiamo alle 11.10 e proseguendo per Cortellazzo vi giungiamo alle ore 12.00. Sosta per il pranzo e partenza alle ore 14.20 con obiettivo Caorle dove arriviamo alle ore 17.00. In questa tappa abbiamo pernottato all’Hotel Gelsomi­no.

Tempo totale ore 10.40, voga effettiva ore 7.00

================================================================

Venerdì 3 Giugno 1994

Partenza da Caorle alle ore 07.00 prima sosta alle ore 08.20 si riparte alle 08.50 ed arriviamo alla Conca di Bevazzana alle ore 10.45 dove effetuiamo una breve sosta di 10 minuti ed arriviamo in vista di Lignano alle ore 12.00. Dopo aver cercato di attra­versare la laguna di Marano, siamo stati costretti causa le proibitive condizioni atmosferiche ad usu­fruire delle barche ap­poggio che ci hanno aiutati con il traino ad avvicinarci a Portobuso dove siamo arrivati alle ore 12.40. Qui abbiamo fatto sosta per il pranzo a sacco e verso le ore 14.30 siamo ripartiti a remi per Grado, ma dopo un ora circa di voga, abbiamo trovato le stesse condizioni atmosferiche anche nella laguna di Grado e siamo stati costretti ad riutilizzare il supporto delle barche appoggio. Siamo così giunti a Grado ospiti della Canottieri Ausonia alle ore 16.30. Qui abbiamo pernottato presso la Locanda da Tognon.

Tempo totale ore 09.30, vog con parziale utilizzo del traino (2 ore circa) ore 07.15

================================================================

Sabato 4 Giugno 1994

Partenza da Grado alle ore 06.50 ed effettuando delle brevis­sime soste che non hanno influito sui tempi, siamo giunti a punta Sdobbe alle ore 09.40 dove abbiamo sostato sino alle ore 10.05 ripartendo e decidendo di effettuare la traversata a remi nono­stante le condizioni del mare non erano delle mi­gliori. La tra­versata è stata molto avventurosa, ma con sod­disfazione siamo arrivati a Duino alle ore 11.00.

Tempo totale ore 04.50, voga effettiva ore 03.05.

================================================================

Domenica 05 Giugno 1994

Dopo aver pernottato all’Hotel al pescatore, alle ore 06.20, siamo pronti per puntare verso Trieste. Le condizioni del mare sono quasi proibitive per delle barche a remi il cielo è coperto ed a tratti piove, la temperatura si è abbassata no­tevolmente. Questo è il quadro che si presenta, tutto po­trebbe farci desi­stere di continuare, ma il nostro appunta­mento con la città di Trieste è troppo importante e pertanto decidiamo di partire a traino. Alle ore 07.20, peggiorando le condizioni atmosferiche, ci rifugiamo nella darsena di Sistiana e cerchiamo un bar aperto per poterci riscaldare. Alle ore 08.20, ripartiamo e dopo una sosta al porto vecchio dove ci vestiamo con le devise del Comi­tato, percorrendo l’ultimo tratto a remi,giungiamo a Trieste in perfetto orario cioè alle ore 11.00. L’accoglienza riservataci sia dagli ami­ci pervenuti da Venezia per l’occasione che dei triestini presenti sul molo con una rappresentanza delle autori­tà muni­cipali ci ripaga di tutto quello che avevamo affrontato fino a quel momento. Dopo un breve ceremoniale di rito reso an­cor più suggestivo dalla presenza di una imbarcazione dei Vigili del Fuoco, abbiamo fatto rotta verso la sede della Compagnia Velica Triestina dove abbiamo fatto sosta per il pranzo con pa­renti e amici giunti molto numerosi. Alle ore 16.15 siamo ripar­titi in direzione di Duino dove con un percorso misto, (voga e traino) siamo arrivati alle ore 18.50.

Tempo totale calcolando anche le prolungate soste, è da conside­rare in ore 12.30. Tempo effettivo tra traino e voga ore 6.15.

================================================================

Lunedì 06 Giugno 1994

Inizia la fase del ritorno, il tempo è clemente e da questo mo­mento in poi, non avremo più bisogno delle barche appogio. Par­tiamo da Duino alle ore 06.50; il mare è tranquillo tanto è vero che dopo appena 45 minuti, siamo già arrivati a Punta Sdobba cioè alle ore 07.25. Proseguiamo ed alle ore 08.00 facciamo so­sta per un caffè. Dopo 15 minuti circa, riprendia­mo il nostro percorso per fare sosta a Fiumicello per la co­lazione alle ore 09.10. Alle ore 09.40, ripartiamo e puntiamo verso la meravi­gliosa isola di Barbana dove approdiamo alle ore 10.50; effet­tuiamo una visita all’isola e ci rinfranchiamo anche spiritual­mente.Ripartiamo pr Grado alle ore 11.40 facendovi tappa alle ore 12.20.

Tempo totale ore 06.10 ed effettivo di voga 04.15.

================================================================

Martedì 07 Giugno 1994

Partenza da Grado alle ore 06.00 tempo buono e arrivo a Porto Buso alle ore 07.45 proseguiamo subito verso la laguna di Marano e nel mezzo della stessa ci fermiamo per la colazione alle ore 08.30 e riprendiamo il nostro percorso alle ore 09.05 facendo arrivo all’entrata del canale Tagliamento alle ore 10.00 dove sostiamo per 10 minuti. Ripartiamo alle ore 10.10 e dopo aver superato il ponte di Bevazzana ed aver do­piato Bibione, alle ore 12.40 ci fermiamo per il pranzo e ripartiamo alle 14.40 verso Caorle faceno però una bellissima sosta ai casoni verso le ore 15.40. Salutiamo gli amici che ci hanno ospitato ai casoni e ri­partiamo alle ore 16.30 fa­cendo arrivo a Caorle alle ore 17.05.

Tempo totale ore 11.05 ed effettivo di voga 05.50

================================================================

Mercoledì 08 Giugno 1994

Partendo da Caorle alle ore 06.15 con arrivo a cortellazzo alle ore 08.15 dove sostiamo per fare colazione. Ripartiamo alle ore 09.00 in direzione di Jesolo dove transitiamo alle ore 09.30, proseguiamo quindi per il Cavallino dove arriviamo alle ore 11.30. A questo punto decidiamo di proseguire per Tre Porti pen­sando di avvicinarci il più possibile a Venezia. Questa decisio­ne si dimostra subito poco azzeccata perchè si può dire che il tratto più duro di tutto il Raid si è dimo­strato proprio questo. La corrente era talmente contraria che per esprimere un’idea che la raffiguri, bastava fermarsi un’attimo per vedere la barca tornare in dietro. Nonostante questa imprevista difficoltà, sia­mo giunti a Tre Porti alle ore 13.00 dove abbiamo fatto sosta per il pranzo alla tratto­ria da Zanella. (Per chi volesse ripe­tere la nostra esperien­za, sconsigliamo di fermarsi in questo posto è meglio mangia­re pane e mortadella)

Partiamo alle ore 15.40, transitiamo alla casa bianca alle ore 15.45 e proseguiamo per le Vignole dove giungiamo alle ore 16.50. Qui facciamo una sosta tecnica per poter aspettare l’ora­rio per arrivare all’appuntamento presso la Società Querini.

Partiamo quindi dalle Vignole alle ore 17.20 per l’ultimo tratto arriviamo alla canottiera Querini alle ore 17.40 e qui troviamo con nostra grande gioia un nutrito gruppo di imbar­cazioni di va­rie Società che ci aspettano per darci il benve­nuto.

Dopo una serie di calorosi saluti partiamo tutti in gruppo con destinazione S. Giobbe. Percoriamo il bacino di S. Marco tutto il Canal Grande e come apoteosi, enntriamo nel canale di Cannaregio dove all’altezza del ponte dei Tre Archi, un altro gruppo consistente di amici, ci dà il benvenuto con un nutrito lancio di palloncini colorati.

Arriviamo quindi all’ex Macello alle ore 18.50 dove la festa per il nostro arrivo continua ancora per diverse ore.

Tutto questo ci ripaga dello sforzo sostenuto a quasi quasi , siamo tristi che la nostra avventura sia finita comunque di­ciamo grazie a tutti.

Tempo totale impiegato 12.35 effettivo di voga 6.40.

================================================================

Per riepilogare il freddo calcolo dei numeri, possiamo dire che il tempo trascorso in barca è di complessive ore 66; men­tre il tempo effettivo di voga, è di ore 39.40.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi.